Alessandra Airo

Son domande, semplici.

Cosa vogliono le ragazze?   La domanda è banale, disarmante nella sua semplicità, quasi scontata. La domanda, un po’ meno la risposta.    Little Snob Thing è in fase di rinnovamento che si sa la primavera è alle porte e io ho una voglia matta di aria fresca e fiori e del sole in faccia […]

More

Se fosse. Oggi.

Se fosse una canzone sarebbe Rewind di Paolo Nutini. O Clown di Emilie Sadè. Se fosse un film sarebbe uno di quelli che voglio andare a vedere. Di pomeriggio come i bambini e con le caramelle gommose che io preferisco di gran lunga ai pop-corn. Se fosse un colore sarebbe quel meraviglioso punto di ruggine […]

More

Little Snob Food – Apple Crumble

A volte mi prende così.    Quell’irrefrenabile desiderio di affondare la dita nel burro, nella farina e nello zucchero. Non è voglia di cucinare, assolutamente, che lo sapete io e i fornelli siamo lontani e anche tanto. Ma la semplice voglia di distendere i pensieri e le mani. Nella pasta frolla, nella crema pasticciera, nella […]

More

"La tua ragazza è adorabile, Hubble"

Prendete una serata. Una delle tante. Di quelle che decidete di passare a casa perché sentite il bisogno di coccole casalinghe, di quelle che la voglia di uscire è poca e poi non c’è niente da fare, di quelle che sembrano destinate a non esser ricordate nel loro essere assolutamente normali. Prendete un film, d’amore […]

More

Mentre aspettate che chiami, uscite. Con un altro

La riflessione è stata indotta da una delle mie ultime letture, tutte altamente edificanti. Questa volta era il turno di “Falli soffrire. Gli uomini preferiscono le stronze”: perché se è vero che la natura è già stata generosa con me non bisogna dimenticare quanto sia importante puntare sulle proprie attitudini e qualità. Per migliorarsi. Allora, […]

More

I treni a vapore

Le priorità. Ovvero ciò che viene prima di tutto e prima di tutti.    Quelle quattro o cinque cose che dovremmo portare sempre con noi. Come facciamo con l’Iphone che guai a lasciarlo a casa anche solo mezz’ora. Appuntandole sulla punta delle dita delle mani, se necessario. O come si faceva da bambini quando chissenefregava […]

More