Consigli non richiesti per gli acquisti di novembre, beauty edition

Ovvero cosa comprare e quando comprarlo e perché comprarlo senza che nessuno me l’abbia chiesto che poi è quello che succede il più delle volte senza che nessuno abbia il cuore di dirlo.

  • Gocce Magiche di Collistar. Lo so autoabbronzante è una parola che rievoca in ognuna di noi almeno un brutto ricordo – io ad esempio non potrò mai dimenticare il segno netto oltre che arancione tendente al fluo delle dita sul mio polpaccio destro a una festa al Piper oltre che il conseguente palmo delle mani color Fanta per una settimana. Non so se sono i tempi ad essere cambiati o solo io ad essere diventata più brava ma tre gocce magiche da sole o insieme alla vostra crema idratante garantiscono un colorito naturale e sano. Uniforme e senza tracce di tonalità ambigue tra lo zigomo e il naso. Io le uso ogni tre/quattro giorni per traghettarmi con dignità oltre che il più tardi possibile verso il colorito grigiastro milanese. E verso il divano.
  • L’olio secco della Nuxe che è un quattro stagioni che non tradirò mai perché vi ricordo che LE GAMBE VANNO IDRATATE TUTTO L’ANNO ANCHE A GENNAIO CON SETTE GRADI SOTTO LO ZERO IN ENGADINA, con amore e stima, of course.
  • La lozione P50 di BiologicheReserch una delle scoperte migliori dell’ultimo anno. Vi cambia la pelle e vi cambia anche l’umore e un po’ la vita.
  • Ve l’ho già detto ma ve lo ripeto un po’ perché sono una persona buona che con il tempo è diventata sorprendentemente tollerante e perché lo so che screenshottate e poi vi dimenticate di averlo fatto e ritrovare la foto tra i mille selfie diventa faticoso. La Phyto7 – o 9 a seconda del livello di disidratazione delle vostre punte – è un must dell’armadietto del mio bagno e della borsa. Una noce di prodotto da usare sulle lunghezze tutte le volte di cui ne avete bisogno per idratare e togliere l’effetto isterico che a volte trascende la mente e pervade i capelli.

Lascia un commento