Dell’arte di dirci brave

L’altro giorno mia madre mi ha chiesto il numero di una mia amica – che lei conosce solo di sfuggita – perché voleva farle i complimenti per un lavoro che aveva fatto, perché voleva dirle che era stata brava.

Lì per lì non ci ho pensato. Le ho lasciato il numero e ho continuato la mia giornata. Poi però mi sono fermata un attimo e ho capito che forse anche se non glielo dovrei dire perché alle mamme non va mai detto – aveva ragione lei. Dovremmo farlo tutte e farlo più spesso. Dirlo alle nostre amiche, alle nostri madri, alle donne che ci circondano e anche a noi stesse che siamo brave. Invece di dirci che stiamo bene con quel jeans. Che siamo dimagrite. Che il nuovo taglio di capelli ci dona. Dovremmo dirci che siamo brave. A mantenere in piedi tutto in primis noi stesse. A non mollare. A incastrare il lavoro e la famiglia e non importa se siamo sole con un pappagallo a casa sempre famiglia è – e ancora le amiche e il commercialista che si ostina a mandarmi mail che io mi ostino a non leggere e la palestra e anche la piega dal parrucchiere. Dovremmo dircelo che siamo brave a non cedere. A mettere da parte le paure. A stringere i denti. Ad avere la forza di bere acqua e limone appena sveglie, di guardarci allo specchio con onestà e di innamorarci.

Dovremmo dircelo che siamo brave a credere ancora nell’amore, nei miracoli del nuovo antirughe e certi giorni anche in Dio. A cercare la passione fosse anche per l’uncinetto. Ad essere esigenti in un mondo che esige la perfezione solo quando si tratta del nostro culo. Dovremmo dircelo che siamo brave a fare quello che facciamo. Anche quando ci perdiamo qualche pezzo. Anche quando ci dimentichiamo qualcosa. Quando ci facciamo sopraffare dagli ormoni, dalla stanchezza o dall’isterismo. Anche quando piangiamo perché ci sentiamo sole. Inadeguate.

Anche quando di quel – come stai bene realtà ce ne importa bene.

Invece di incrociarci al bar per l’aperitivo delle sette e dirci che siamo magre.  Diciamoci brave, amiche.

8 Comments

  1. Alessandra

    Ecco, tu sei una di quelle!perchè ogni volta che ti vedo in uno dei tuoi progetti o in una foto o anche semplicemente ad una cena di lavoro, te lo vorrei dire che sei stata proprio BRAVA! Sarebbe piaciuto tanto anche a me fare il tuo percorso ma ognuno ha il suo destino si sá! E tu evidentemente sei stata davvero BRAVA a crearti un lavoro che immagino sia fatto al 90% almeno di passione! La mia stima da sempre, lo sai!BRAVABRAVABRAVA😘

    Alessandra Marzano

  2. Annalia Bettinelli

    Articolo bellissimo e seguirò il consiglio…!! È vero: troppo poco spesso non diciamo brave, come se non fosse mai abbastanza….
    Grazie alla Cinica per averti messo in evidenza! 😍😍

Lascia un commento