I cinque prodotti beauty da portare in vacanza

Che poi alla fine, il momento più bello è quando spegni il computer (e sai che non dovrai più accenderlo per qualche settimana). Quando sai che ignorerai con tenace volontà le mail che gli ultimi condannati alla scrivania continueranno ad inviarti. Quando sai che farai magistralmente finta di non sentire le ripetute e alquanto moleste vibrazioni del telefono, di chi continua a cercarti invano perché ti vorrebbe presente all’ultima riunione prima della partenza. Il momento che segna inequivocabilmente l’inizio di un’altra incredibile estate.

Abito di lino, camicia bianca, un costume intero nero, ma anche bikini, shorts in denim, leggerezza e rilassatezza. La trascuratezza però, no, non è ammessa. Né in vacanza né mai. Il beauty delle vacanze dovrà, quindi, essere munito di prodotti indispensabili per stare sempre bene, per concederci un momento al mattino, quando ancora la casa dorme e si sente solo il rumore del mare, e la sera prima di dormire, quando tutto è immerso nel silenzio del gin tonic. Ne abbiamo scelti cinque, quelli sufficienti per coccolarci e non trasformare il nostro beauty in una succursale di Sephora.

Dior Backstage, Face & Body Foundation. Perché garantisce un risultato professionale e perfetto, ma è facile e veloce da usare. E in vacanza non abbiamo voglia di chiuderci in bagno a truccarci per ore. Perché ne esistono ben 40 nuance. Perché è pensato per le esigenze di ogni colore di pelle. Perché è inclusivo. E a noi l’inclusione piace.

Clinique, Post Workout Mattifying Moisturizer. Non fatevi intimorire dal nome. Credeteci. Il nostro non è un invito ad andare in palestra, mentre siete a Bali. Non lo faremmo mai. Ma vi consigliamo  di provarlo perché ha una formulazione leggera e piacevole, che idrata e nel contempo opacizza. E in questi giorni di estate, con il caldo che scioglie l’asfalto e arroventa le spiagge, sia che siate al mare sia che siate tra i palazzi di cemento, ne avrete bisogno per evitare di essere lucide come la glassa di una Sacher.

Chanel, Deauville Les Eaux. I profumi hanno un potere magico. Quello di evocare con le loro note posti e sensazioni. Quello di farci viaggiare senza prendere aerei né treni. Quest’estate, Chanel ci porta con le sue acque profumate in viaggio nei luoghi che hanno lasciato un segno indelebile nella vita di Mademoiselle Coco. Leggera, agrumata e fresca: sentendola posare sulla pelle, avrete la sensazione di trovarvi davanti agli immensi spazi delle coste normanne, nel cuore tranquillo e bucolico della campagna della Normandia. E poco importa se in realtà siete ancora davanti al computer ad impostare l’out of office.

Clarins, Huile Tonic. Al mattino. Prima di preparare la borsa per il mare. Prima ancora di avere fatto colazione. Prima ancora di avere fatto la doccia. Nel dubbio, prima ancora di esserci svegliate. Insieme alla spazzolatura a secco. Noi l’abbiamo provata per un mese, e la combo è straordinaria. Tonifica, risveglia la circolazione, e nel medio – lungo periodo migliora la grammatura della pelle e la rende più luminosa. Un rituale di bellezza che gratifica il corpo ma anche la mente.

Caudalie, Eau de Beauté. È come la boccetta di acqua di Lourdes che le mamme ci infilano in valigia quando lasciamo le loro case, perché ci protegga e che finisce in frigo accanto alle piadine precotte. È una di quelle cose di cui sentiamo di non potere fare a meno. Prima o dopo il make-up. Lisciante e illuminate. Idratante e fissante. Forse – a pensarci bene – è davvero come l’acqua di Lourdes.

Lascia un commento