Agenda semi-completa e semi-seria al Fuori Salone

Agenda semi seria e semi completa al Fuori Salone, ovvero come sopravvivere con discreta nonchalance e altrettanta serenità morale alla Design Week. La settimana in cui  tutti dimentichiamo di non distinguere manco un Kallax da una libreria Billy – entrambi presenti con orgoglio in casa si intende –  e ci trasformiamo in intellettuali appassionati  di design. E financo di rubinetti in acciaio inox satinato. Di seguito una selezione non esaustiva ma raffinata si di appuntamenti imperdibili per unire un pezzo di moda a un pezzo di design. In attesa di tornare a dormire sul nostro adorato Espevar con tanto di cassettone per il cambio di stagione.

Cartier ha scelto di presentare al Fuorisalone 2018 – The Legendary Thrill – una straordinaria installazione che reinterpreta il mito dell’orologio Santos, icona della Maison dal 1904. Una grande struttura in dialogo con la città, ispirata al concetto di exposed technology, prenderà vita nell’affascinante contesto dell’Arco della Pace, uno dei luoghi più rappresentativi di Milano. L’eccezionale opera di design evocherà la leggendaria figura di Alberto Santos Dumont, l’antesignano dell’aviazione che nel 1906 fece decollare in un parco di Parigi il biplano 14 Bis, mettendo a segno con una trasvolata di oltre 60 metri i primi tre record del mondo ufficiali che certificavano il volo di una “macchina più pesante dell’aria”.  Pioniere e visionario, Santos Dumont espose a Louis Cartier la difficoltà di poter leggere l’ora in volo da un orologio da tasca. Da questa necessità Cartier realizzò per l’amico pilota il primo orologio moderno da polso, il Santos: risultato di una ricerca sperimentale condotta da due visionari, accomunati dal medesimo spirito di modernità.

Ideata nel 2012, la collezione Objets Nomades, mantiene viva la lunga tradizione di Louis Vuitton nella creazione di meravigliosi articoli da viaggio. Alcuni dei più celebri designer del mondo hanno immaginato sorprendenti oggetti ispirati al viaggio, che sono stati poi realizzati da Louis Vuitton. Quest’anno è presentata in anteprima esclusiva anche la collezione Louis Vuitton Les Petits Nomades:  oggetti decorativi per la casa innovativi, poetici ed eleganti, creati da alcuni dei  designer degli Objets Nomades, come Humberto e Fernando Campana, Atelier Oï, Patricia Urquiola e Marcel Wanders. Dal 18 al 22 Aprile, dalle 10 alle 20 nella bellissima location di Palazzo Bocconi in C.so Venezia 48

Hermes propone invece un installazione effimera e diffusa per la nuova collezione di carte da parati e tappezzerie in tre zone della città: un team di street artist riprodurrà i motivi della nuova linea con gessetti colorati sui marciapiedi e sui selciati di Brera, via Della Spiga e la Triennale. La notte porterà via i disegni, e la mattina dopo s bene potranno ammirare di nuovi.

Dal 13 al 22 aprile lo showroom  Missoni in Via Solferino sarà animato dall’installazione “Blowing In The Wind”. L’artista americana Rachel Hayes dà vita un’opera ambientale che -articolandosi fra il corridoio d’accesso esterno e gli spazi interni- inscena un viaggio attraverso i temi della luce, dell’aria e degli accostamenti cromatici più imprevedibili. Il vibrare delle sculture-cilindro multi-pantone, i giochi di nuance proiettati sul muro e le bande policrome ondeggiate dal vento richiamano le iconiche collezioni della maison, per un cortocircuito di linguaggi creativi.

Le veredas della Colombia, piccolissimi insediamenti urbani che si sviluppano intorno a una o due strade o a degli agglomerati di case dove ognuno, con il suo saper fare, è un pilastro della comunità, diventano protagonisti de La Vereda di Marni, installazione che presenterà la nuova collezione di arredi e accessori del brand che quest’anno si arricchisce di nuove lavorazioni e materiali. Anche quest’anno il progetto del Salone del Mobile di Marni sostiene un progetto benefico rivolto all’infanzia, parte del ricavato proveniente dalle vendite dei prodotti finanzierà il progetto “La casa sull’albero” per dare sostegno ai minori e alle famiglie che intraprendono il cammino dell’adozione e dell’affidamento nella provincia di Milano.

Se come me siete delle fan di Simone Guidarelli – (se non lo siete aggiungetelo subito su Instagram e ammirate divertite i suoi favolosi #buongiornomondo colorati e surreali esattamente come lui)  potete festeggiare il lancio della nuova linea di  carte da parati deluxe: otto motivi ipnotici, altrettante combinazioni cromatiche romantiche e fresche, in una reinterpretazione dei disegni del Fondo Renzo Brandone. In Via della Spiga 20

Dopo Gary Card, Bonsoir Paris, Nendo, Snarkitecture e Sou Fujimoto e Studio Swine, proseguono le collaborazioni tra COS e artisti/designer contemporanei in occasione della Milano Design Week. Quest’anno il brand sarà presente con Open Sky, grande installazione scultorea messa a punto dall’artista americano Phillip K. Smith III. L’opera, di grandi dimensioni, sarà posizionata nel cortile cinquecentesco e nel giardino all’inglese di Palazzo Isimbardi, permettendo ai visitatori di sperimentare – un’esperienza individuale attraverso l’interazione tra luce e spazio –

Valentino presenta invece  ‘Nina Chez Valentino‘, progetto in forma di dialogo tra le creazioni della Collezione Valentino Fall 2018 e i complementi d’arredo dalle collezioni della Galleria Nilufar di Nina Yashar. Verranno allestite 5 stanze come fossero 5 dialoghi per definire un metodo: indagare l’identità del passato, ovvero la grande tradizione dell’estetica di Valentino e dei grandi maestri del design.

Immancabile l’appuntamento da Dimoregallery dove vedremo l’installazione Transfer dedicata ai progetti d’autore; mentre con il brand Dimorestudio verrà presentata la nuova linea di oggetti per la casaIl tutto in Via Solferino 11 e 22 nel quartier generale del gruppo.

 

One Comment

Lascia un commento