UNDER THE SEA

95c4d43ec8e0e8e6f656b9a25f9f6b0d

La frazione di secondo in cui i piedi toccano l’acqua. L’istante in cui vai giù prima di risalire, senza nemmeno accorgertene, fino a vedere la luce, fino a tornare a respirare aria. Le mani che stropicciano gli occhi ricoperti di acqua salata. La leggerezza delle gambe, dei movimenti tutti e dei pensieri anche. I capelli all’indietro, senza bisogno di una spazzola per tenerli in ordine. Il viso che cerca il sole e il suo riflesso sul filo dell’acqua e tu che resti lì quasi immobile – muovendoti quel tanto che basta per galleggiare. Senza opporre troppa resistenza alla corrente e alla bellezza che ti circonda. Anche perché di fronte a quella grandezza perderesti di certo.

95d406ddf41e5debb9cf71563340ffbc-1

Ci sono cicale ovunque, qui. Scogliere alte e cicale. C’è il silenzio senza doverti sforzare troppo di cercarlo. E se è vero che la libertà e la bellezza sono troppo belle per lasciarsele sfuggire è altrettanto vero che troppo spesso vi rinunciamo sopraffatti come siamo, o come crediamo di essere dal resto. Da quella che chiamiamo la nostra quotidianità o più semplicemente vita. E se è vero che la bellezza e la libertà di cui è intrisa la natura hanno il dono di ridimensionare tutto tranne l’amore che di fronte a loro sembra ancora più necessario è altrettanto vero che a volte basta un tuffo – anche con il naso tappato e i piedi a candela, anche di quelli senza stile – per tornare lì da dove vieni. Per lasciarsi travolgere da quella bellezza. Per sentire che l’amore c’è al punto di poterne sentire il sapore (quello del sale asciugato al sole). Perché la libertà bisogna andare a prendersela ogni tanto.

35e58707eb10bf8f17c3a25493c88afe

2b5beb68e8da1afcf5222882ef854399

2 Comments

  1. DolceVita

    Finalmente me l’hai scritto un post sui tuffi!! Io oggi sto galleggiando nelle Maldive del Salento della tua bellissima Puglia.Dolcevita♥

Lascia un commento