L’ESTATE ADDOSSO

450f4f7f1e596a5bc9aa392be31da784

Il primo lunedì che a guardarlo bene sembra un sabato.

Il primo lunedì con la sveglia senza sveglia. Con le finestre spalancate sul mare. Il primo lunedì che piede destro giù dal letto e ti infili il costume e fai colazione a piedi nudi addentato frutta e caffè e i resti del dolce della sera prima. Il primo lunedì con te che attendi il tramonto nel luogo più bello in cui lo possa fare: sul mare, birra ghiacciata in mano e occhi fissi sull’orizzonte consapevole che certi giorni ciò a cui dovremmo ambire è solo un po’ di normalità (che a volte ci dimentichiamo quanto possa essere bella, anche la normalità). Il primo lunedì con il pranzo a base di gelato, con la sabbia fino a sotto le lenzuola, con le pagine dei giornali che si stropicciano al vento di tramontana. Con le gambe nude e abbronzate che pedalano, le pelle lasciata scoperta, le cicale come sottofondo delle telefonate. Con qualche lentiggine che esce sul viso e il segno dell’orologio sul polso che te lo ripeti ogni anno di toglierlo e invece – anche quest’anno l’hai dimenticato. Il primo lunedì con i capelli annodati in una treccia lasciati asciugare, la doccia all’aria aperta, la crema idratante a coccolare le spalle.

e422da20a7268c36693fbc570e963473

Le ultime mail a cui rispondere direttamente dalla sabbia, l’agenda di settembre che si riempie di idee, appuntamenti, progetti e desiderata, una lista di cose da fare prima del prossimo volo, le magliette preferite perfettamente stirate vicino al panama. E tu che se ci fai attenzione la puoi sentire  quasi fino a toccarla quanto leggere possa essere la spensieratezza  (L’estate addosso)

aacf1a5350562594672fc041de3f5a7c

6a103ec8ac648ec8a62bd82473eca83f

Unknown subject

c86b4eac0ff1d482fce822ddc54f4c37

f9a939b50bfdc00e55b46bcf79614333

4 Comments

Lascia un commento