THERE IS NO LIFE WITOUT LOVE

4742a44b5cc40b887e8f90d3fb8eb275

Dicono che la differenza tra quello che desideriamo e ciò che temiamo è appena più spessa di una ciglia.

E per di più senza mascara, aggiungo io.

Sarà per questo che è più semplice compiacersi o peggio ancora compatirsi, che credere in qualcosa. Rimanere immobili. Aspettare che è evidente che a molti piace farlo e non solo quando sono alle poste. Lasciar scorrere come fosse acqua dal rubinetto e bastasse la semplice pressione di una mano per cambiare il corso delle cose. Sarà per questo che i più a cui è dato scegliere preferiscono non farlo. Assecondare la giornata che diventa vita e poi – in un attimo – destino. Accantonare quelli stessi desideri raccontandosi una piccola bugia, la stessa che con il tempo diventa un alibi. Un monito alla felicità. Sarà per questo che tanti dicono che si desidera ardentemente ciò che non si può avere: essì, il  mondo non è mai stato tenero con i visionari. Con chi ha provato a pensare possibile ciò che i più nemmeno vedevano.

444374a20ecb01911ebfeb1730ec6fcd

Ma con il coraggio del fare a volte si. Tenero, fiducioso ed incoraggiante.

(I desideri – quelli veri che ti inchiodano occhi aperti sul soffitto – non sono mai stati facili. O tantomeno veloci. O privi di una fervida immaginazione. I desideri quelli che ti tolgono il fiato non sono mai stati per tutti. Quelli in grado di trascendere l’ossessione adolescenziale, di sporcarsi di umanità, di fare i conti con la realtà e diventare nonostante tutto ambizione non sono mai stati condivisi dai molti. Quelli che ti svegliano eppure sono in grado di farti dormire. Quelli che ti rendono – a prescindere dalla loro realizzazione – una persona migliore. Quelli che a volte sono piccole sfide e altre obiettivi di cui non riesci nemmeno a vedere la fine. I desideri che ti insegnano l’arte antica e ormai dimenticata della pazienza e della tenacia e del silenzio e della fatica. Quelli a cui forse è data la possibilità di salvarci)

ed96a1907818799da2e617875e0395e6

bee98faa75f15327edcb0c20dcc446a1

5 Comments

  1. Stefi

    Mi ritrovo molto in quello che hai scritto e nella foto: un canovaccio che sa di antico con una scritt cosmopolita. La mia nonnina mi ha insegnato tutto quello che occorre nella vita, e più di tutto la pazienza e la perseveranza. E io, come te, spero di usarle per ottenere quello che voglio e che mi inchioda tutte le notti occhi aperti a sognare. Godo luck dreamers!

Lascia un commento