HEARTBEATS

 Monday14

Prendi il cuore.
Gettalo oltre l’ostacolo.
Oltre la linea che delimita il confine.
Al di là di tutto.
A cominciare dalla logica, che dove c’è il cuore non serve.
Gettalo, fino a non vederlo più. Come quei palloncini che i bambini lasciano scappare dalle loro mani. E secondo me, nonostante i pianti e i capricci che seguono il volo, lo fanno consapevolmente. Perché vogliono vedere dove può arrivare. La libertà prima e il cuore dopo.
Prendilo. E gettalo oltre l’ostacolo. Travalica la più fervida immaginazione. Ogni ambizione. Ogni prospettiva. Per ogni volta che ti eri immaginata, in un’idea diversa da questa.
Con la forza che hai nelle braccia e nelle gambe e nelle ossa, tutte. Al di là del mare. Dall’altra parte della strada. Oltre il muro. Superando la barriera del tempo per accorgerti che è relativo, come concetto. Perdilo di vista e perdi la ragione, visto che ci sei.
Gettalo, sebbene sia ciò che di più prezioso hai. Oltre l’ostacolo. Nonostante sia l’unica cosa che hai. Scaglialo. Fino a superare la fine.

E vallo a riprendere qualunque cosa ciò comporti.

Monday15

Monday18

Monday16

e08b703e79cbacf3eb3c048e9909d222

47092de6e520548d1f0968930da05d82

4 Comments

Lascia un commento