UN SURFISTA, UN PAIO DI TEVA E UN CIELO STELLATO

0172d7ccb1a5f04f5cfd4c8df75cbe36-1

Tre paia di shorts o forse quattro.
I leggins che si sa:come vuoi fartele dodici ore di volo?!
Un felpone immenso grigio chiaro che sta bene con tutto, come se poi mentre sei lì a mille chilometri da casa tra monsoni e cammelli te ne possa importare qualcosa di coordinare il sopra con il sotto.
Un bikini che poi diventeranno due.
T-shirts a righe che anche se non vado a Saint Tropez, Saint Tropez la porto sempre con me.
La tachipirina così la mamma è tranquilla.
Tre libri o forse quattro.
Un k-way.
Occhiali da sole: quanto vogliamo scommettere che li perdo prima della seconda tappa?
Lo smalto che io senza le unghie smaltate non ci so stare.
Una gonna lunga perché ho imparato che nella vita non si sa mai e visto che la Chiara – che mi vuole bene assai – mi ha augurato di incontrare un surfista australiano in anno sabbatico mentre ricerca se stesso tra yoga e chai tea, non vorrei farmi trovare impreparata quando (il suddetto surfista che n.d.r. ha la barba, le braccia tatuate, le ciglia ricce e scure come il cielo di notte e i capelli schiariti dal sole e dal mare) mi inviterà a bere una birra sotto il cielo stellato.
E un paio di Teva che le Manolo le lasciamo agli aperitivi metropolitani, umidi di pioggia e lavoro. E secondo me il surfista – che già mi ama profondamente e follemente- preferisce di gran lunga gli universal simili aztechi ai miei piedi che un tacco dodici a spillo. E poi alla peggio se non dovesse essere amore con quelle ai piedi ci torno facilmente a casa. Anche con i monsoni e in groppa a un cammello. 

(India, io e le mie Teva stiamo arrivando #curryforbreakfast #originalsummer)

Schermata 2014-08-07 alle 11.53.21
706e8db4239c847df024af7acfa2c7d2
Schermata 2014-08-07 alle 12.21.40
f6645d25d699f2d95569bc11c62be643
491601d69363a44d0088ec6345660e2e
eca4415800ef20519a77e17183219cdb
503cb4b206bc64afe047bda330b93653-1
08cea370ffd4f99c958705b397d9dac1

2 Comments

Lascia un commento