COME JULIA ROBERTS. MA SENZA VESTITO COLOR LAVANDA

Wedding3

“Possiamo dormire da te, ve? No perché è rimasto libero solo il camping Santomaj”
“Amore di mamma cosa volete mangiare?”
“Mica posso volare Ryanair: il vestito non entra nel bagaglio a mano”
“Ricordati il telecomando del televisore”
“Il volo delle sei e venti di mattina manco per il mio di matrimonio”
“Amooooooò sono biondissima”
“Sono arrivate una decina di multe, così le prendi”
“Io mi sa che mi autoinvito che secondo me ci sta gnocca in abbondanza”
“Indossalo direttamente”
“Si ma non mi avete detto cosa volete mangiare”
“Va bene anche la brandina, eh”
“Ricordati il costume”
“Proprio  in Il matrimonio del mio migliore amico”
“Amore prenoto il parrucchiere o vai bella selvaggia e carica di salsedine?”
“A nonna tutte le tue amiche si stanno sposando, eh?”
“Ma io non ho un vestito color lavanda”
“Birra Raffo, mamma. In abbondanza”
“Io atterro a Brindisi ma poi prendo la macchina e arrivo a Bari, ti prendo e andiamo a Taranto via Matera”

“Io dormo sul divano” (e quest’ultima era di quel genio di mia madre)

Meno quattro. Conversazione a sette voci. Nulla di pronto all’orizzonte. E noi vinciamo il premio come invitati più disorganizzati del secolo.

Wedding

Wedding2

Wedding4

Wedding6

Schermata 2014-06-24 alle 12.43.12

6 Comments

Lascia un commento