IL VANGELO SECONDO ALESSANDRA

009185b0e9a9d96e105753b42adb7e99
Ovvero un paio di cose da insegnare a mia figlia sugli uomini, e dintorni.
Non metterti a discutere mai con una donna il cui reggiseno contiene il 75% di poliestere.
Non c’è nessuna pena d’amore che non possa essere risolta con una sbronza, due amiche che ti riportano a casa, un paio di aspirine sciolte in acqua e sorseggiate direttamente a letto con pancakes annacquati nello sciroppo d’acero e un massaggio intenso con tanto di asciugamani caldi sul collo. E per quelle volte in cui penserai di non farcela ricordati che la soluzione non sarà mai l’assenza di carboidrati: Gwyneth non vede una carbonara dal 1998. E si è mollata lo stesso.
La nuova frontiera della contraccezione naturale è entrare a casa sua e trovare un libro di Coehlo sul comodino.
Per quelli che prima spariscono. Poi ti incontrano una sera, cocktail nella mano destra e sigaretta in quella sinistra, ed esordiscono con “Oh, ma che fine hai fatto? Sei sparita…” La risposta è una soltanto: capocciate a rota.
Se esci con una persona, e torni a casa con la batteria del telefono completamente carica, allora è quella giusta. E te lo dice una che torna a casa da un decennio con l’Iphone spento.
Capirai di esserne completamente fuori quando smetti di giocare a Tetris con l’orario della sua ultima visualizzazione su whatsapp, la foto instagrammata da un suo conoscente – o pseudo tale – e l’analisi dei like sotto il suo ultimo post avente ad oggetto una canzone cecena. Fino a quel momento sei nella merda.
In fondo vogliamo tutte la stessa cosa. Un uomo che ci guardi il culo come fosse quello di Miranda Kerr. E che non ci faccia sbeccare la manicure costringendoci ad aprire da sole il vino.
E soprattutto “If you’re no ready for love how can you be ready for life?”
0158ce3469ff3a2a32a6730c81a19acb
2a096b7e5e520e0ee5458d0c3865ed1d
6c0b5990a303ed86b3a20b5254ab3a3a
Le-Fashion-Blog-11-Hot-Guys-With-Beards-Barry-Van-Der-Zeeuw-Republic-Men-4
tumblr_mi4gy0kazA1qd6t8yo1_500
25a6a10cea2b8b6b578d4e8de3c4ed18
tumblr_miqcxinN8E1qlpz8eo1_1280

6 Comments

  1. Sara

    confermo assolutamente il collegamento tra ‘tetris’ e strascichi di mal d’amore…e adoro la metafora, non mi era mai venuta in mente 🙂
    p.s. grande fan del tuo blog, salutami Roma

Lascia un commento