ELOGIO DELL’IMPERFEZIONE (E DI UN ROSSETTO SBAVATO)

Imperfect3

La bellezza è solo una questione di percezione, null’altro.

Semplice consapevolezza. Della propria voce, anche quando si resta in silenzio. Del proprio corpo immobile e di quello stesso corpo in movimento. Delle dita di una mano che accompagnano, facendosi spazio nell’aria, le parole come a voler essere accenti e virgole e punti – interrogativi e di sospensione. Dei capelli spettinati dal vento o da altre mani perché la bellezza poco ha a che fare con la piega perfetta del parrucchiere. E con il mascara e con la moda del momento e con un paio di coulotte di seta color avorio. Semplice consapevolezza dei propri passi – sulla neve e non solo – con un paio di sandali legati alle caviglie o nudi. Dei piedi che ballano esattamente lì dove vuoi ballare per poi fermarsi e poi andare avanti e poi indietreggiare di nuovo se è quello che vuoi. Delle proprie idee e dei propri pensieri. La consapevolezza di quelle mattine in cui, senza saper dire il come ed il perché, ci sentiamo bene nella nostra pelle che è la stessa della sera prima eppure così diversa. E di quelle notti in cui la sicurezza la cerchiamo in noi e non nelle ante aperte di un armadio sempre troppo disordinato. La consapevolezza di quell’imperfezione che dovremmo imparare a non celarla mai: la paura, la non-perfezione e l’imprecisione perché è proprio lì il segreto. Lì che si nasconde la bellezza, che non scende a compressi e non cede alla banalità. Che non stanca e non annoia.
(Semplice consapevolezza che anche il rossetto può sbavare quando le labbra sono come dovremmo essere noi, ogni giorno)
Imperfette e consapevoli, che va benissimo così.
tumblr_n0rdptKXpT1sotaclo1_500
Imperfect2
Imperfect
Imperfect5
Imperfect4
Imperfect9
Imperfect7

7 Comments

  1. Serendipity

    Ma io sono completamente d’accordo con te. La bellezza non è altro che la percezione che abbiamo di noi, una traslazione del nostro io e delle nostre emozioni. Se ci sentiamo belle dentro lo saremo anche fuori. Se ci svegliamo, dopo una notte d’amore, con i capelli ancora arruffati, il trucco sbavato e il rossetto baciato via , possiamo sentirci guardandoci allo specchio ancora più belle del solito , perchè è l’amore che ci fa sentire tali . 🙂 un bacio e buona giornata

    http://serendipitymyblog.blogspot.it/

  2. caterina

    ciao, ti scrive una sparpagliata che della sua imperfezione, solo dopo aversa accettata, ne va orgogliosa.
    La frase “consapevolazza della propria voce anche quando si sta in silenzio” mi piace tanto.
    Il silenzio si tende a riempire perchè crea imbarazzo ma avere la consapevolezza del contrario è il master!
    buona giornata.

Lascia un commento