WE ARE FAMILY

Family8

Più passa il tempo più mi rendo conto che da grande vorrò una famiglia.

Di quelle rumorose, caotiche, disordinate e poco ordinarie. Di quelle che puoi anche andare lontano ma le porti con te, ovunque. Di quelle allargate, perché l’amore può assumere forme che nemmeno la fervida immaginazione di un bambino può arrivare a disegnare. Ingombranti. Incasinate. Politicamente scorrette, forse. Imperfette. Di quelle che non trovano spazio tra gli incastri perfetti dei 35mq di Ikea. Fatte di profumi che sanno di casa, e che non sono quelli di una Nastrina scaldata nel microonde. Di persone che al silenzio che nasconde preferiscono il chiasso delle parole. Di porte aperte. Di finestre spalancate. Di scatti rubati e di ricordi che come colonna sonora hanno sempre le note cantate durante i viaggi in macchina. Con i bambini che credono a Babbo Natale e i grandi che credono. In qualcosa, una qualunque cosa ma che sia qualcosa. Una famiglia che sia fatta di figli, di mamme che accentrano e coccolano e uniscono e si prendono cura di tutto e di tutti, di pezzi di vita vissuti insieme stando vicini, di nonne meravigliose che guardano con gli occhi commossi ciò che con fatica hanno tirato su, di amici che sono la famiglia di cuore quella che ti stringe la mano e ti tiene la fronte, di piatti di plastica perché a tavola si è in troppi, di persone unite e non da un matrimonio, di gente che impara ad amarsi ogni giorno. Perché si impara anche quello. Ad essere una famiglia.

Family12

Family6

Family11

Family4

Family3

Family9

Family2

Family14

Family

8 Comments

  1. stefy

    hai descritto la mia famiglia…una famiglia che a volte sembra ingombrante ma le tavolate fatte di buon cibo e risate sono li nel cuore…
    applausi per te e per il tuo modo di raccontare…
    stefy

  2. Francamela

    Se ma pubblicherai un libro – e spero molto presto – io sarò la prima a cercarlo tra gli scaffali della feltrinelli.
    Fantastica!

  3. Alessia

    Le famiglie sono fondamentali, ci fanno capire chi vogliamo o non vogliamo diventare e ci insegnano a vivere o a sopravvivere. Esistono ancora le famiglie?
    Sì, perché ci sono donne come noi che desiderano delle famiglie particolari, educate secondo le nostre idee e frivolezze.
    Sì, perché io mi commuovo ogni volta che vedo una madre e il suo sguardo sul suo bimbo.
    Sì, perché la invidio e penso “sarò anch’io così fortunata?”.

  4. Maura

    E quando l’avrai guarderai queste foto e un sorriso ti allagherà la bocca.
    Perchè una volta che diventi madre, lo sei per sempre e lo sei di tutte le guance paffute che vedi. Ed è qualcosa che scorre dentro, un’energia pulita e che pulisce che ti spinge a volerne ancora e ancora, chè quello è amore gratis, da berne a sorsate ogni giorno.

    M.(34 anni) con M.(35anni), E. (5 anni) e V.(3 anni) = casa

Lascia un commento