#SEPUOISOGNARLOPUOIFARLO – FIORI DI CILIEGIO E VENTO DELL’EST

SAVING MR. BANKS

Fra tutte le possibili forme di fedeltà, quella che preferisco e prediligo e perseguo è quella verso se stessi e verso i propri sogni che altro non sono che la trasposizione, in quell’etere popolato da nuvole  a forma di fiori di ciliegio e da fiori di ciliegio che sono nuvole, del nostro io più vero. Puro e sincero.

C’è il vento che soffia lì fuori, vento da Est che non sappiamo dove ci porterà ma ci sembra familiare e poi, noi, non abbiamo fretta. E così rimaniamo immobili, sedute sul prato a lasciarci scompigliare i capelli, come bambine con i calzettoni bianchi di cotone sempre in disordine perché anche signorinelle non abbiamo perso l’abitudine di correre, ridendo. Ci sono i bambini e i non-più-bambini ma che bambini in fondo lo rimarranno per sempre perché non hanno dimenticato che si può “mettere ordine alle cose con l’immaginazione”. E che le parole, se non esistono o se non ci piacciono, possono anche essere inventate. C’è una borsa che è il sogno di ogni donna, di quelle dove dentro puoi metterci tutto. Ma proprio di tutto. Le scarpe di ricambio. Il caricabatterie dell’iphone. La macchina quando non sai dove parcheggiarla e lo spettacolo al cinema sta per iniziare e gli amori che invece non sono mai iniziati. Le paure ordinate in ordine alfabetico o se preferite per colore, un vasetto di miele. I ricordi a cui ci aggrappiamo, un peluche enorme che diventa un cuscino, il rossetto rosso e l’energia che ne consegue. Un uomo che non ha mai smesso di sognare. E una donna che ha smesso di farlo non perché non volesse sognare ma per difendere ciò che di più caro ha e per difendersi perché sognare non è facile. Ci vuole cuore e leggerezza e tenacia e buona volontà e quella capacità di staccarsi un po’ dalle cose. Di lasciarle scorrere, da sole, come i cavalli su una giostra. Ci sono i cucchiani pieni di zucchero. Il bisogno di onestà nei confronti della nostra famiglia, che di sangue o cuore, ci salverà. Illusioni celate dietro una verità amara come una medicina che non vuoi buttare giù e la verità nascosta in un gioco. Pinguini ballerini, la pioggia che tutto porta via, un paio di tazze di the bollente con il latte.

In fondo ci siamo solo noi.

Se puoi sognare puoi farlo, con o senza vento dell’Est. Perché il nostro vento siamo noi.

(Saving Mr. Banks, esce al cinema il 20 febbraio. E io adoro quei progetti che mi portano lì, dove ho sempre sognato di poter andare)

10 Comments

  1. antonella

    ..e io infatti continuo a disegnare, disegnare, disegnare….

    ti servisse qualcosina un giorno, in questa era digitale, invece di fare un fischio, batti due tasti sulla tastiera… 🙂

  2. Carola

    L’intelligenza deve essere leggera. E non lo e’ mai abbastanza.
    Tu si, pero’.
    Amo il vento, il nostro non smette mai di soffiare.
    Ciao Ale

    Carola

Lascia un commento