PER UN’ORA D’AMORE

#water #sea

Ci hanno detto e ripetuto  che multitasking fosse fico e noi ci siamo lasciate convincere, un po’ come quando cediamo ad una moda, in un camerino illuminato al neon di Zara senza opporre la giusta resistenza.

tumblr_mjij78yH191qh304ho1_500

Ed è così, per un eccesso di indulgenza, che mi ritrovo a passeggiare, o meglio a camminare e anche a passo svelto, che le giornate sono sempre troppo corte per la mia mente che disfa sogni come fossero lenzuola di lino per rimetterli in piedi come quei bambini che provano-e-riprovano a mantenersi in equilibrio. Cammino mentre ascolto l’ultimo singolo dei Coldplay. E mentre leggo il giornale che all’ora del tramonto è stropicciato un po’ come me. Con la borsa della palestra in spalla, lì dove sono andata di corsa per andare a correre in pausa pranzo rubando i minuti. Con i “ti richiamo più tardi” annotati sulla pelle di una mano. Cammino, ascolto e leggo. E continuo a farlo mentre mi fermo dal fioraio. Mentre cerco il latte al supermercato. E poi squilla il telefono e parlo mentre rispondo ad una mail. Mentre mi sfilo le scarpe con la musica ancora in sottofondo e le immagino silenziose di una serie televisiva a fare da scenografia. Chatto su whatsapp su tre chat diverse sperando di non fare confusione o almeno di limitare i danni.

E penso.

Che forse queste giornate e questi minuti e questi secondi meriterebbero maggiore attenzione. E maggiore cura. Che il vero rischio che corro non è quello di sbagliare destinatario di un messaggio ma di dimenticarmi cosa voglia dire passare il mascara sulle ciglia davanti ad uno specchio e non al rosso di un semaforo in macchina. Di dimenticare che la musica distende i sensi e sbroglia i pensieri quando la ascolti sotto la doccia, prendendoti il tuo tempo. Che i giornali vanno sfogliati e toccati perché la carta è un vero piccolo lusso. Che le telefonate agli amici si fanno con le gambe nude sul divano bevendo un bicchiere di vino. Che puoi – e devi – fare colazione e respirare, contemporaneamente. Che multitasking in fondo non sia poi così fico, un po’ come certe mode e chi dice il contrario non sa che le cose belle vanno trattate come tali. Accudite e custodite. Non sanno che dovremmo fermarci a respirare senza fare null’altro. Consapevoli che il tempo non lo stiamo perdendo ma lo stiamo sfruttando nel migliore dei modi. Come fosse un’ora d’amore.

#morning #dress

12 Comments

  1. Maria Katia Doria

    Probabilmente hai ragione tu. Non siamo più abituati a respirare, ma ad ingurgitare di tutto senza neanche avere l’accortezza di controllare, se magari, ci piace anche.
    Ma siamo (ormai) diventati tutti così.
    Davvero senza speranza alcuna? E sarà per questo che a volte, vorrei smettere di fare una guerra che mi appartiene sempre meno.
    Forse. Ma sono (molto ) più grande di te e potrebbe anche andar bene.
    Ma per te che sei giovane, invece no.
    Baci & abbracci.

  2. silvia

    Perche se si ha la vita piena di passioni non ci stanno tutte insieme in 24 ore, sei hai una passione sfegatata per il tuo lavoro, il tuo secondo lavoro, la cucina, tuo marito, I MUSE, le tue amiche, tutto questo in 24 non riesce a starci. Rinunciare a qualcosa? Mai! E allora ecco che il multitasking ha un suo senso, sempre che si riesca davvero ad assaporare cio che si ama a tale velocità 🙂
    Kisses

    Silvia

    http://bornineightytwo.com

  3. carola

    La 25esima ora della giornata…
    Che rincorro tra lavoro, km, colloqui, progetti per la cucina nuova, il cane da accudire, le scelte da proteggere, il tempo che vola…
    Si.Bisognerebbe fermarsi un secondo: che, a volte, sempre in corsa non capiamo piu’ da dove siamo partiti e dove stiamo andando no?
    Grazie Airo’

    Carola

  4. Roberta

    E trovare un pò di tempo per fare pausa tra mille chat, appunti sparsi, post it e e-mail che cercano risposte, leggendo i post di Alessandra.
    Roberta 😉

  5. Ylenia

    Hai centrato il punto. Io sono sempre stata una di quelle che la colazione o la salta o mangia qualcosa preso alle macchinette, per esempio! Ma ultimamente sto cercando di avere più rispetto x me stessa, gli altri e il mio fisico, perchè tutto questo essere sempre in frenetico movimento danneggia non solo noi ma anche chi ci sta intorno, non ascoltiamo come dovremmo, non riusciamo a dare i giusti consigli che ci vengono chiesti, e siamo pernnemente stanche/i!! Ora mi sveglio un pò prima del solito, mi faccio la mia colazione tranquilla e sempre con calma e un passo alla volta mi avvio alla giornata…e devo dire che sto molto meglio!
    Un bacione
    Ylenia

    http://www.wallofstyleblog.wordpress.com

  6. e.

    Ciao Ale, ti leggo sempre e religiosamente. Ti trovo affine a me e spesso riesci a mettere per iscritto emozioni e pensieri che tante volte mi trovo a rimuginare. Grande dote, la tua. Molto apprezzata, dalla sottoscritta. Che si trova a sussurrare “è vero”, leggendo tanti dei tuo post.
    Ma vieniam al dunque..devo venire a Roma. Un week end con una persona speciale, per me. E visto che tu stai a Roma come Carrie sta NYC, ti chiedo spudoratamente dei consiglio: cosa devo vedere, quali posti non turistici mi conigli (musei, galleri, hotspotsmeritevoli, ristoranti, bar..etc).
    Grazie
    e.

  7. Franci

    Post da rileggere all’infinito. Da imparare a memoria. Mi è entrato dentro questo discorso!
    Sei TOP!!!
    Scusa l’affermazione un po’ geordie! Ma ci sta tutta!!

    ❤️

Lascia un commento