GOD SAVE

 

phillip-lim-nueva-york

God save le friselle che sono undici anni che mi mantengono in vita. E anche le buste di insalata songino già pulita, già lavata, già condita, già mangiata.
Quel gran figo di Mick Jagger: sempre. E l’avocado, ultima mania nel magico mondo di Alessandra.
I vestiti in lycra che escono dalla lavatrice e sono pronti per essere indossati. Senza quell’inutile formalismo che è il ferro da stiro.
L’Actifed, l’Actigrip e anche il TachiFluDec che arrivano lì dove il vestitino di seta di Stella McCartney non è arrivato.
Gli uomini che son tali, per davvero. Quelli che chiedono poco. Che si perdono poco tra oroscopi e schemi degni di una finale di Champion, giocata alla playstation ovviamente. Quelli che sanno quello che vogliono. E hanno più idee che paure.
Le amiche e le domeniche pomeriggio di seduta psicanalitica di gruppo, con gelato incorporato, che siamo tutte laureate in psicodrammi sentimentali. Cum laude.
Le due passate di Le Volume di Chanel in grado di aprire anche lo sguardo a forma di cuscino del lunedì mattina.
Le Nike. Ma solo il giorno in cui ne troverò un paio che mi piacciono.
La buona cucina che io in palestra ci vado solo per poter mangiare. Come ieri da Romeo (via Silla, 26 per chi volesse provarlo).

God save le magliette bianche. Jane e Bibi, ovunque e comunque. E il vento, che non deve calare mai.

mary-kate-steimiller-nikes-wm tumblr_lzckq2q7h01qe10o9o1_500Insalata tumblr_mbzqmaujbB1rvhkf4o1_500 tumblr_mhyiv1pbK31qhsu49o1_1280

11 Comments

  1. Peach

    Allora approfitto per chiedere consigli su dove acquistare magliette bianche di buona qualità, mettibili in tutte le occasioni, insomma quel passepartout che serve in ogni armadio che si rispetti!
    Grazie in anticipo! Un Lunedì sera pieno di follia a tutte!!

Lascia un commento