Il Vangelo secondo Alessandra

Il vangelo secondo Alessandra. Parte prima – seconda – terza – quarta e quinta.

– Regola numero uno: se hai superato i quattordici anni evita la crema idratante corpo alla fragola. O allo zucchero filato. Lo smalto glitterato rosa. E l’ombretto azzurro tendente al verde acqua.


– “Le rose si mandano dispari – ma nessuno sarà più galante dell’uomo che le manderà a dozzine. Le rose saranno rosse, o bianche – quelle rosa restano in giardino, quelle arancioni restano dal fioraio, quelle gialle si sa, dicono quanto devono. L’uomo elegante manderà sempre un mazzo di un solo fiore- rose, tulipani, peonie” (T.M.) 


– Se volete dare una possibilità, e una soltanto, al vostro rapporto non portate mai il vostro 
fidanzato a fare shopping con voi. Tanto meno da Zara la domenica pomeriggio.



– Come sono solita dire io “se gli uomini sapessero l’effetto che fanno i fiori in ufficio ne manderebbero di più, molti di più”.


– Nel caso in cui non ve l’abbiano detto le vostre madri, lo faccio io (che si sa che sono una buona e ho a cuore la categoria). Maschietti: alzate il fondoschiena e andatele a prendere le femminucce. E non mi riferisco di certo al passaggio in macchina, o in motorino, che la 
 patente nel portafoglio l’abbiamo anche noi. Grazie.


(Tumblr)


23 Comments

  1. Valebratta

    La prima proselita ce l’hai già assicurata, mia caVa guru! Anche se io sostituirei i fiori che non gradisco particolarmente (ellosochesonostrana) con qualche pensierino…magari proprio di Zara! =)

    Abbi una splendida giornata, caVa! =)

  2. Ornella

    ahaha non so come fai… ma a volte certi post cadono a pennello. Sarà che siamo donne e veniamo dallo stesso pianeta per cui capitano giorni e situazioni simili in quel pianeta da cui noi veniamo e loro no. Questo è il problema.
    Indi per cui vangelo e vademecum a parte neanche se gli stampi il promemoria sugli occhi seguirebbero il consiglio, perché alcuni non fanno quello che andrebbe fatto semplicemente perché se volessero farlo… lo farebbero senza alcun consiglio! Purtroppo, aggiungerei.

  3. C

    Il mio ragazzo è un patito di fiori (nessuno dica nulla, è una delle parti di lui che preferisco) e gliene ho fatti trovare un mazzo spropositato sul banco di scuola al suo compleanno: magari lo avesse fatto a me!

    letyourselfbeinspiredby.blogspot.it

Lascia un commento