Il principe azzurro è un bastardo

Ore sedici e ventitre a Roma. Un giro veloce tra gli scaffali di Amazon così giusto per dilettarmi in una delle mie specialità ovvero riempire carrelli virtuali di ogni qualsivoglia tipologia di negozio. Ciò che ne esce è una ricerca molto interessante a tratti di rilievo sociologico, mi permetto di dire.

Questo è il risultato. 
– Falli soffrire 2.0 . Gli uomini preferiscono le stronze.
– Trattali male: perché agli uomini piace soffrire
– La magnifica stronza. Perché gli uomini lasciano le brave
ragazze
– Obiettivo maschio.
– 101 modi per far soffrire gli uomini
– L’arte della seduzione
– Sono tutti uguali. Tutto quello che devi sapere sugli
uomini
– La nuda verità. Tutto quello che gli uomini non diranno
mai ma che le donne devono sapere
– Il principe azzurro è un bastardo. Perché quello giusto è
sempre quello sbagliato
– Il fascino discreto dello stronzo
– Ragazze non troppo perbene
– Gli uomini sono pesci. Manuale di pesca per ragazze
sveglie
– Tattiche d’amore
– Come diventare bella, ricca e stronza
L’aggettivo stronza (disponibile anche nella variante maschile) ricorre quattro volte.
Bastardo una soltanto.
I verbi in testa alla classifica  sono soffrire e trattare male. Segue “pescare”.
E poi ci si domanda perché leggiamo Paolo Fox.
Confidiamo nel push-up.
E sbaviamo tutte dietro a Chuck
Bass. Bah.
 

29 Comments

  1. Vittoria Gallacci

    Ahah, mi piace il commento dell’anonimo delle 17.51 che ha scritto “penso che il principe azzurro sia troppo perfetto per essere etero” 🙂
    Comunque che dire, io ho un fidanzato meraviglioso di cui sono tanto innamorata, eppure, nonostante la nostra “relazione” sia finita da anni e non ci sentiamo più, io non riesco a non pensare ogni tanto all’uomo che mi ha fatta soffrire! E’ il guaio del desiderare ciò che non si può avere purtroppo!

    Vittoria
    http://vittoriafiveinthemorning.blogspot.it/

  2. Virginia Angius

    Per quanto mi riguarda Chuck Bass lo trovo infantile nonchè brutto (aaaaahhhrrggghhh una a cui non piace Ed Westwick deve essersi bevuta il cervelloooo). Così come trovo ridicoli quei titoli, il fatto che TU (aka autrice del libro) non sappia trovare l’amore non significa che tutti gli uomini siano bastardi o che noi dobbiamo cambiare per piacere agli altri -.-
    Detto questo, interessante post 🙂
    -Virginia
    http://petitecestchic.blogspot.it/

  3. Nico

    :D:D:D…La “cultura” 😀 :D..se metti insieme tre/quattro donne qualsiasi potrebbero darti gli stessi titoli ma in più ti faresti un sacco di risate su aneddoti vari. Come quando si dice(va) gli uomini vengono da Marte e le donne da Venere, della serie non ci capiremo mai ma la speranza è l’ultima a morire!

    http://lowbudget-lowcost.blogspot.it/

  4. Work and Fashion

    Ma la domanda più importante è: cosa propone a loro la letteratura per decifrarci? Perchè il mio dubbio è che mentre noi ci affanniamo (noi le cose o le facciamo bene o evitiamo), loro il problema nemmeno se lo pongono! E loro cari, con quel modo di fare un po’ così…con quell’aria un po’ così…ci piacciono anche per questo! No?

    Baci

    http://workandfashion.blogspot.it/

  5. Marissa

    Sono tutti uguali. Ne ho almeno quattro della tua lista e sono tutti uguali. Semplicemente, l’unica cosa da comprendere è che bisogna amare prima di tutto se stesse. Punto e basta.

  6. Silvia

    A parte che anche per me il principe azzurro esiste (ma io sono una stronza 😉 muoio dalle risate perché per me il vero oracolo, unico ed indiscusso è Foxxxxxxxxxxxx che ridere !!!!!!!

    troppo forte !

    Silvia

Lascia un commento