Desidero, desiderare.

“Star sotto le stelle ad attendere”, è questo il significato celato nella parola desiderio. L’attesa per qualcosa che verrà, la tensione di un animo rivolto verso l’indeterminato, la voglia di ciò che non si ha.
I sogni, ad esempio, son desideri. Come continuava a ripeterci una certa Cenerentola mentre noi lasciavamo che quelle immagini, sempre le stesse e non per questo per noi meno belle, ci ipnotizzassero anche quel pomeriggio.
Ma anche le ambizioni e i traguardi del nostro quotidiano. I regali che, volontariamente o meno, concediamo alle nostre giornate come fossero piccoli premi. Gli oggetti che riempiono le nostre wish-list in continuo movimento. Il nostro romanticismo da commedia che maldestramente nascondiamo come fosse una colpa da espiare. Il desiderio stesso di saper desiderare, senza il quale saremmo sicuramente meno felici. E un po’ più tristi.


Un caffè in ghiaccio con un velo di latte di mandorle
Un paio di lenti specchiate firmate Spektre
Una serenata, di quelle fuori dal tempo che il tempo lo fermano. Anacronistiche si, e per questo se possibile ancora più romantiche
Un estate che profumi di buono: di casa e di posti mai visti, lontani da qui. Che abbiano altri sapori e altri odori
Una canzone da inserire nella playlist del mattino. E una per tornare a casa, la sera. E che vi sia il suono rauco di un basso, per favore
Una strada deserta, dimenticata. Perché i veri luoghi, come le vere strade “non esistono sulle mappe”
Un maxi pull di Isabel Marant per il primo accenno d’autunno
Un martedì al mare, mentre l’agenda dice che dovresti essere in ufficio
Un giro in vespa, in Grecia, fermandosi a fotografare tutte le chiese. Quelle piccole e bianche: che tu ti chiedi se siano vere o se siano state messe lì affinché qualcuno potesse immortalarle con una Polaroid 
Una camicia bianca, un nuovo Borsalino, le mie Casadei preferite e tanti lamponi da mangiare con le dita 

(Tumblr)

18 Comments

  1. manuela

    “Il nostro romanticismo da commedia che maldestramente nascondiamo come fosse una colpa da espiare.”
    oggi avevo un disperato bisogno di un post così.
    grazie…

  2. Anonymous

    grz per questo bellissimo post…spero che allieterai la mia ultima sett. di lavoro e, credo di aver capito anche la tua, con qualche altro post 🙂
    buone vacanze e ultimin gg lavorativi!
    stefy

  3. freddy

    Desideri che si rincorrono, che si accumulano, che si ammonticchiano e che poi rovinano rumorosamente a terra disordinati, alcuni esauditi, alcuni perduti. Desiderare è l’essenza di ogni nostro respiro, è l’aria che inaliamo, la luce che abbiamo negli occhi, la delicatezza di una mano che ti sfiora il viso. Desiderare è vivere. Viviamo desiderando, desideriamo vivendo.

    fredshion.blogspot.com

  4. Anonymous

    “Il nostro romanticismo da commedia che maldestramente nascondiamo come fosse una colpa da espiare.”
    Non esiste frase che mi descriva meglio. Grazie mille per i sogni che mi fai vivere tu quando ti leggo.
    Sogna, sempre
    Valentina

Lascia un commento