30722 mail. Fino ad oggi.

30722 mail
3 anni su Facebook
Whatsapp in funzione h24
Skype
Amiche: di quelle stronze e di quelle affette dalla sindrome da crocerossina. Di quelle che “questa è l’ultima volta che ci casco (con tutte le Louboutin ai piedi)” e quelle che io-vorrei-non-vorrei-ma-se-vuoi. Quelle con la fede al dito e un bambino tra le mani e quelle che l’unico matrimonio che conoscono è a Las Vegas con una Marilyn decisamente troppo ossigenata come testimone. Quelle che lui si trova lontano tipo che il menù della sala Ulisse di Alitalia lo conosci a memoria, quelle che lui è l’avatar di Peter Pan, quelle che hanno smesso di piangere per un qualunque lui, quelle che sono fidanzate con lui. Ma lui ancora non lo sa. 


Un’inesauribile fonte di ispirazione per i miei pensieri: apro un file, uno a caso ed ecco lì una storia da raccontare. Che è un po’ la storia di tutte noi. 
Ho un’idea. 
Ma ho bisogno di voi: per scriverla.
Se qualcuna vuol metterci un po’ della propria storia è la benvenuta. Davvero.

cheprofumohannolepeonie@gmail.com

12 Comments

  1. silvia

    Se ti scrivessi la mia storia sarebbe d’amore…taciuto, desiderato, respinto, respinto, respinto, quasi sottovalutato, tradito e poi trovato. Finalmente trovato. Se una storia d’amore, non solo per un’uomo ma anche per un’idea ( di sè) ti interessa ti scrivo volentieri.

    Kisses

    Silvia
    http://bornineightytwo.com

  2. La Madrina

    La mia storia, quello di una donna siciliana che esce dai stereotopi.( Questo per la gente di quella sicilia che voreebbe ma ancora, c è ne di strada da fare, essere emancipata.)

    1. Anonymous

      Non so in quale angolo della Sicilia vivi, ma nella mia Sicilia ti assicuro che l’emancipazione è arrivata da un pezzo. E comunque si dice daGLI stereotipi.

  3. Eleonora

    la mia storia è finita male. Ma ora sono una persona nuova che non sa ancora bene che vuole…ma sa benissimo quello che non vuole. Che sa bastarsi. Che sa capire qual’è il limite oltre il quale non spingersi più… Cremonini dice.. l’amore è là dove sei pronto a soffrire…Forse però chi ha sofferto tanto non ha più la voglie e le forze di rischiare.
    Una storia comune la mia, credo.
    Un bacio
    http://myhoneymoon-eleonora.blogspot.it/

  4. sciciu

    Se vuoi una storia che parli di viaggi in giro per l’Italia in cerca dell’amore, di lacrime guardando fuori dal finestrino di un treno, di un ritiro spirituale lontando da tutto e da tutti alla “Mangia, Prega, Ama” e dell’Amore con la A maiuscola finalmente trovato (dietro la porta di casa e con tanto di “Non riesco a crederci che sei tu”) sarei ben felice di aiutarti. <3

Lascia un commento