Abbracciamoci, prima del resto

Avevo scritto un editoriale – sulle cose da fare a febbraio. Un elenco più o meno esaustivo di luoghi e film e frasi e sapori ed odori e canzoni e chi più ne ha più ne metta. Di buoni propositi camuffati da post-it per chi come me perde sempre tutto. Un elenco di to do […]

More

Animalier, il mainstream che ci piace

L’animalier quest’autunno è come la cavigliera di conchiglie quest’estate. Inflazionato. Mainstream. Usato. Abusato. Senza considerare la difficoltà di parlarne senza cadere nella trappola della banalità. Senza pescare dentro al cilindro quegli sciocchi discorsi sulla giungla metropolitana, sul tirare-fuori-la-tigre-che-si-agita-dentro-noi (groarrr), sulla trasgressione e la volgarità tout-court, sull’animalier che trend non è, sui nuovi classici e sui massimi […]

More
Tra le esperienze più traumatizzanti della vita dopo il primo bacio con lingua a mulinello senza alcun dubbio il backup dell'iPhone.
Ufficialmente aperta la stagione del - nel dubbio la Somatoline anche in faccia evitando il contorno occhi.
Bello Downtown Abbey ma gli episodi di 124 minuti solo se sei Rossella O'Hara con il vestito fatto della tenda del salone.
La felicità è tornare a casa, togliersi le scarpe, ordinare un sushi, aprire una bottiglia di vino rosso, spalmarsi sul divano e ringraziare Dio Netflix di esistere.

KIMONO (O VESTAGLIA CHE DIR SI VOGLIA)

Me la ricordo benissimo quella sera di molti anni fa in cui in un viaggio improvviso ed improvvisato mi ritrovai senza nulla – ma nel vero senso della parola non come nostro solito di giovedì isteriche ed urlanti davanti all’armadio gremito – di elegante da mettere per andare a cena. E mi dissi (ero in […]

More

NO WORDS (MA LA GIACCA DI JEANS SI)

Lista più o meno assortita e più o meno seria e più o meno utile delle possibili scritte da applicare sulla vostra giacca di jeans (va benissimo anche quella di Americanino che non indossate dagli esami di terza media). Perché senza almeno un paio di messaggi manco troppo in codice sulle spalle non siete nessuno […]

More

IN FONDO E’ SOLO LUNEDI’

Mettici l’anima e le gambe e un po’ di vento, come quello terso di tramontana che a volte soffia sul nostro mare. Mettici il desiderio che spolpa la pelle, l’energia che tutto rende possibile, la costanza di chi non contempla la sconfitta, la lussuria delle menti. Mettici qualche limite ma solo per poterlo superare perché […]

More

NEW YORK E IL SILENZIO CHE SI DEVE ALL’AMORE

Raccontare New York, per me è un po’ come raccontare l’amore: difficile oltre che ambizioso. Assolutamente al di là delle mie possibilità e forse anche della mia volontà perché credo che ci siano delle cose – come l’amore e come New York – che debbano essere lasciate in pace. Che non possano essere viste se […]

More

DUEMILASEDICI

Non prometterò a me stessa di bere due litri di acqua al giorno, di mangiare più verdure e di andare a letto presto. Di stirare le lenzuola anche quelle con gli angoli, di dire meno parolacce, di ridurre la caffeina nella mia vita e di compilare improbabili liste della spesa rigorosamente bio da non dimenticare […]

More

UNA VITA IN GIF #POTEVAANDAREPEGGIOFORSE

Sono caduta nel loop delle GIF. Poteva andare molto peggio lo so. Ad esempio sarei potuta cadere in quello delle sopracciglia selvagge. In quello dei calzini bianchi da nerd con sandalo da sciura pariola che va tanto di moda ultimamente tra le it-girl ma che ti sta bene solo se sei Alexa Chung. In quello […]

More

PALM-PALM-PALM SENZA ESSERE A SPRING

Palme ovunque. Roba che Temakino a confronto pare uno studio di architettura minimalista. Palme: stampate su un parete a ridosso della testata del letto che nemmeno nella casa di Versace. Su una tavola imbandita che le tovaglie quelle di cotone perfettamente stirate e piegate  fanno tanto anni Novanta. A forma di pochette tanto si sa noi […]

More