Questo sito contribuisce
alla audience di

Browsing All Posts By

Alessandra Airò

DI MERENDE. DI COFANETTI E (SOPRATTUTTO) DI BELLEZZA

By 9 dicembre 2016 Beauty

1_179

Di merende natalizie perché da qualche parte si dovrà pur cominciare. Di panettoni senza canditi ma ricoperto di cioccolato bianco. Di amiche – quelle che ci sono da sempre, quelle che hai conosciuto viaggiando e lavorando, quelle da abbracciare per la prima volta ma ti seguono da sempre ed è come se ci si conoscesse già e poi le parole a noi di certo non mancano. Della stanza di un albergo che sembra una casa – una bellissima casa – da cui si vede Milano tutta – con le sue luci e le sue zone d’ombra e i suoi segreti e gli angoli che nessuno sa. Di una playlist musicale che spero le mie ospiti avranno apprezzato quattro ore ininterrotte di Michael Buble. Di vino rosso alle sei di pomeriggio perché è già festa, di confidenze tra donne – di bellezza raccontata. Di amicizia, di dolcezza, di cura (per i capelli e per l’anima). Di un albero di Natale bianco che è diventato il mio nuovo desiderata, di pacchetti da scartare senza prestare troppa attenzione alla carta perché è così che si fa con i regali. Di Kerastase.

(E dei suoi cofanetti – che trovate sia in istituto che online qui che si sa prendere la macchina è parcheggiarla in queste settimane è cosa che fa venire le doppie punte da regalare e da mettere sotto l’albero. Che va bene anche se non è bianco)

fullsizeoutput_2119

1_58

fullsizeoutput_2113

fullsizeoutput_210f

fullsizeoutput_210c

1_163

fullsizeoutput_211f

1_185

1_259

fullsizeoutput_2117

fullsizeoutput_2116

You Might Also Like

ESSERE PARMA (OLTRE L’ESSENZA)

By 2 dicembre 2016 Beauty
Essere Parma.
Perché in un profumo c’ è la storia del luogo da cui trae le sue origini, l’eleganza della città che gli ha dato i natali, la cultura dell’arte da cui ha tratto ispirazione.
fullsizeoutput_1eb8
Essere Parma.
Nelle visione di Giovanni Gastel che firma con la sua delicatezza le immagini del libro che racchiudono la celebrazione di questa città, e di questa fragranza, in un continuo alternarsi dipassato e presente, di ciò che è stato e di ciò che ora è. Nella parole pensate e pesate di Antonella Boralevi che cerca di dare una forma a questa magnificenza: discreta eppure solida, sobria eppure sontusa. Perché il lusso è – forse – la capacità di conciliare in maniera magistrale (e silente) tra di loro gli antipodi.
Essere Parma.
Da quel lontano 1916 quando su commissione di Carlo Magnani, erede di un’aristocratica famiglia parmense e nipote dello scenografo prediletto da Verdi, in un piccolo laboratorio di essenze prese vita una fragranza insolita per quegli anni. Moderna e fresca negli accordi: una Colonia in grado di racchiudere al suo interno una visione e un’intuizione che negli anni si sarebbero rivelate qualcosa di più. Un’icona. Una firma. Un simbolo di quel gusto e di quello stile rimasto immutato.
Alessandra Airò_EssereParma
Essere Parma.
La città. La Colonia. L’essenza di ciò che ne consegue.
Da cento anni. E ancora.
fullsizeoutput_1eba
fullsizeoutput_1eb9

You Might Also Like

DI TEATRI CHE SONO CASA CHE SONO VITA CHE SONO #BENETTON

By 22 novembre 2016 Fashion

Un vecchio teatro che vive una nuova vita sotto forma di casa con le finestre alte da cui si fa largo l’aria immobile di Milano, i muri bianchi lasciati immacolati per dare libero spazio all’immaginazione, l’ampio spazio per la platea dove ci si può sedere ancora ma tra divani e sedie di design intorno al tavolo e il palco su cui si lasciano ammirare i capi della collezione Primavera/Estate di Benetton. Dall’altra parte della sala Alice sforna muffin e torte alle mele. Brie passeggia per la sala. C’è musica ovunque confusa tra le parole e i pensieri degli ospiti, tra gli allestimenti dei ragazzi diFabbrica. Un vecchio teatro che vive una nuova vita sotto forma di casa e non avrei immaginato luogo migliore per questa presentazione.

Schermata 2016-11-23 alle 10.55.40

fullsizeoutput_1f6e

Un’atmosfera metropolitana eppure familiare. Inusuale eppure confortevole. Divertente, leggera, intrisa di bellezza, urbana, innovativa. Un’atmosfera che costituisce la perfetta sintesi di ciò che sono le collezioni presentate. Quella primaverile che prende il via da una suggestione urban folk che si traduce in maglie dalle forme over in crochet che sembrano uscite dalle mani laboriose di una nonna da abbinare a fantasie piccole e minute, come le “oribe” giapponesi con fiorellini stile liberty. Che lascia il posto per il casual & daily all’ispirazione della modern art di Piet Mondrian: colori e tessuti legati magistralmente tra di loro dove la parola d’ordine – l’unica concessa – è sperimentare senza avere paura di sbagliare. Giocando con le forme astratte, con i pesi dei materiali, coi pattern grafici. Righe, una nota di cobalto, le t-shirt ultraleggere, l’albicocca e il blu. E quella estiva che per la linea workwear sceglie materiali pregiati e preziosi e antichi come la seta e il lino, declinandoli nel nero e nel bianco, nel grigio perla e nel viola, nel giallo e nel blu elettrico. Che per il – casual friday -  sceglie invece il canvas e il cotone organico quasi a voler rappresentare anche attraverso i vestiti il desiderio di libertà. Di benessere. Di naturalezza. Un desiderio che si riflette sulla palette cromatica fortemente legata alla terra: corda, cammello, albicocca, melograno, militay. E che termina il suo viaggio con la linea Brother of the rainbow – Travel – Air movement che trova posto e spazio in ogni momento di libertà. In ogni momento in cui decidiamo di dedicarci a noi. Lo sport, un volo aereo che ci porta dove più desideriamo, il tempo libero fatto delle cose belle. Quello del knitwear d’avanguardia che crea capi con una vestibilità super comfort…come i muffin di Alice per intenderci. E come tutte le cose in grado di farci sentire esattamente come quel teatro che vive una nuova vita sotto forma di casa. A nostro agio.

fullsizeoutput_1f67

fullsizeoutput_1f79

fullsizeoutput_1f6d

fullsizeoutput_1f65

fullsizeoutput_1ec3

fullsizeoutput_1f69

fullsizeoutput_1f6a

fullsizeoutput_1ec5

fullsizeoutput_1f6b

fullsizeoutput_1f6c

fullsizeoutput_1ec9

fullsizeoutput_1ec0

You Might Also Like